Separazione store via back-end:

La prima operazione sarà l’associazione del negozio al dominio. Per fare questo accedere all’area amministrativa e raggiungere il percorso: System -> Manage stores. Questa maschera ci presenta l’elenco di tutte le viste negozio disponibili e le relative associazioni con negozi e siti. Per default è presente un website, un negozio e varie viste separate per lingua.

Creazione nuovo website:

Clicchiamo su ‘Create website’ e completiamo i campi indicando un nome e un codice indicativi per il sito che stiamo per creare, poi salviamo in alto a destra.

Creazione nuovo store:

Clicchiamo su ‘Create store’ e completiamo i campi indicando il website appena creato, un nome adatto per lo store. Come ultima cosa dobbiamo scegliere quale catalogo prodotti associare al negozio. Occorre fare un distinguo, in quanto la scelta di come proseguire a questo punto è fondamentale per il prosieguo della nostra programmazione. Utilizzare lo stesso catalogo dei negozi presenti sul sito web di default (Main website) significa condividere categorie e prodotti, oltre al magazzino. La grande flessibilità di Magento consentirà comunque di avere attributi, prezzi, caratteristiche ed altro differenti.

Creazione nuova store view:

Clicchiamo su ‘Create store view’ e completiamo i campi indicando lo store creato nel punto precedente, un nome e un codice, oltre ad abilitarne le funzionalità attraverso lo status.

Caricamento store attraverso URL:

Magento stabilisce quale negozio caricare attraverso una funzione presente nel file index.php, nella root principale del sito. Dobbiamo quindi intervenire, prima della dichiarazione run, in questo modo:

$host = explode(':', $_SERVER['HTTP_HOST']);
switch ($host[0]) {
  case 'www.eng-version.com’:  $store = ‘eng’;
  break;
  default: $store = ‘it’;
}
Mage::run($store);

Settaggi URL:

Seguire il percorso System -> Configuration -> Web; selezioniamo in alto a sinistra il negozio da noi creato e specifichiamo i nuovi percorsi per le voci Base URL e Base Link URL. Lasciare sull’impostazione di default le altre voci, in modo da evitare mancati caricamenti di file.

Personalizzazione:

Ogni store ha ora vita propria e possiamo quindi procedere creando differenti temi (attraverso la procedura standard di creazione temi di Magento) e configurazioni.(dal back-end, facendo sempre attenzione a quale store si sta modificando).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento