Google aiuta la ricerca di aziende e attività commerciali dislocate sul territorio.

Chi si occupa di motori di ricerca conosce l’importanza di associare le varie keywords di un sito ad una città o ad una zona geografica; Google aiuta questa esigenza attraverso uno strumento per webmaster: l’impostazione del target geografico.

Google cataloga i siti web per località attraverso: ip del server, dominio, contenuto e link esterni verso il nostro sito.

La richiesta manuale d’inserimento dei siti agevola l’individuazione su una zona geografica e può essere sfruttata dai SEO sia per migliorarne la localizzazione che la visibilità, in quanto verrà elencato sopra i risultati di ricerca “classici”.

Attraverso il “Local search” vengono elencate nelle serp i siti in base alla località con tanto di indirizzo e individuazione su Google map.

Da un account di Google è sufficiente accedere ai “Tools dei webmaster” e successivamente a “Strumenti”, quindi usare l’opzione “Imposta Target Geografico”.

localizzazione_geografica_google.jpg

Il sito va semplicemente associato alla città in cui opera l’azienda attraverso la compilazione della scheda.

localizzazione-geografica-google-1.jpg

Le uniche attenzioni nell’inserimento vanno rivolte al campo “State”, per evitare la maschera di errore. Nell’elenco non compare lo stato italiano, quindi è necessario l’inserimento della provincia (come sigla).

Anche se tale strumento è relativamente nuovo non ci sono dati che possano decretarne la sua importanza essenziale, ma probabilmente in futuro queste informazioni aggiuntive aiuteranno nel miglioramento del posizionamento nelle serp di Google.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento