https google

Da tempo Google promuove l’adozione del protocollo HTTPS, tanto da includerlo tra i parametri considerati per determinare il posizionamento di un sito

L’HTTPS (HyperText Transfer Protocol Secure) è un protocollo di comunicazione sicura tra nodi web ed è stato creato come evoluzione dell’HTTP per proteggere

[emaillocker]

lo scambio di informazioni tra server e client ed impedire che delle parti terze si frappongano nella linea di comunicazione per carpire informazioni e dati sensibili. Con l’HTTPS, i dati scambiati tra server e client vengono letteralmente criptati e, di conseguenza, resi indecifrabili ai soggetti estranei che, a vario titolo, potrebbero decidere di introdursi nella comunicazione per sottrarre dati di carte di credito, password, informazioni su pagamenti e altro.

Le informazioni scambiate vengono protette anche nella loro integrità, ovvero non possono essere modificate nel corso del trasferimento senza che tali tentativi vengano riconosciuti.
Per usare il protocollo HTTPS, i siti web devono dotarsi di un apposito certificato (TLS o SSL), che serve per attestare la sicurezza del sito in questione e per consentire la connessione criptata. Tale certificazione viene fornita, a pagamento, da diverse autorità operanti nel settore informatico.

Già da un anno, Google, attraverso il browser proprietario Chrome, ha iniziato ad etichettare come “non sicure” le pagine web che non si sono convertite al protocollo di sicurezza.

Dal momento che la sicurezza nella navigazione e nello scambio di informazioni tutela in primis gli utenti e i loro interessi, l’impegno di Google a favore del protocollo HTTPS si è spinto fino a farne un reale fattore di posizionamento sulle sue pagine.

Per sua stessa ammissione, il colosso di Mountain View ha iniziato a premiare con un piazzamento più vantaggioso le pagine web che si sono adeguate al cambiamento adottando il protocollo di comunicazione sicura. E, addirittura, secondo alcune ricerche, ben il 45% dei siti dotati di maggiore visibilità su Google adopera il protocollo HTTPS.

Il vantaggio del miglior posizionamento è senz’altro da prendere in considerazione ed è uno dei fattori che più possono pesare sulla decisione di trasferire il proprio sito da HTTP ad HTTPS. Ma non è il solo, una grande parte gioca anche la migliore user experience garantita dal possesso di un sito etichettato come sicuro. Gli utenti, infatti, sono

[/emaillocker]

… rassicurati dal navigare in un sito sicuro e più propensi a rilasciare i propri dati e ad effettuare operazioni delicate come sottoscrizioni e pagamenti.

Vuoi trasferire il tuo sito web all’HTTPS? Si tratta di un’operazione delicata, che dev’essere gestita attentamente ed effettuata da professionisti. Contatta Magicnet per un preventivo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento