sms mailup invio

Gli sms sono uno dei mezzi di comunicazione più efficaci e immediati e si possono sfruttare anche in ambito marketing per trainare le conversioni

I dati parlano chiaro: ben il 98% degli sms viene letto. Sarebbe, dunque, insensato non sfruttare a dovere questa forma di comunicazione per fare marketing.

Come per l’email marketing, per ottenere risultati tangibili anche con le campagne di sms marketing bisogna imparare a sfruttare le peculiarità dei messaggi di testo e seguire una serie di regole.

La forza degli sms sta nel fatto che vengono recapitati direttamente sul cellulare degli utenti e non hanno bisogno della rete per essere distribuiti. Questo ne aumenta la capacità penetrativa (si possono raggiungere anche gli utenti che non dispongono di una connessione internet sullo smartphone).

 

[emaillocker]

Data la loro immediatezza, è di fondamentale importanza confezionare comunicazioni dal tocco umano che non sembrino generate automaticamente e standardizzate per l’invio di massa. Gli utenti se ne accorgono e percepiscono con fastidio quando un messaggio sembra generato in automatico.

Per risolvere il problema, è sufficiente prevedere sempre un campo dinamico all’inizio dell’sms, da personalizzare con i nomi dei singoli destinatari. Tale esordio dev’essere il più possibile amichevole ed immediato. Ad esempio, va benissimo rivolgersi con un semplice “Ciao + nome”.

In secondo luogo, occorre tenere presente che gli utenti dedicano agli sms un’attenzione di poche frazioni di secondo, ancor meno di quella che prestano alle email. Ciò comporta che, per quanto i loro tassi di apertura sfiorino percentuali record, bisogna comunque curare in maniera maniacale il confezionamento del messaggio per aumentare le chance di conversione. Ed evitare toni urlati e troppo sensazionalistici, testi poco chiari o scritti male.

Un altro elemento che non deve mai mancare è l’intestazione con l’indicazione del mittente del messaggio. In tanti compiono l’errore grossolano di inviare campagne sms senza inserire il nome dell’azienda che li distribuisce. L’intestazione funziona come l’oggetto dell’email, per cui dev’essere alfanumerica, ovvero ospitare non solo il numero di telefono ma anche il nome del mittente.

Ancor di più che in una campagna email marketing, è essenziale ideare testi stringati, che vadano dritti al punto senza inutili preamboli. Non bisogna dilungarsi, basta enunciare il punto centrale dell’offerta o del prodotto che stiamo promuovendo. Quello che interessa, in questa fase, è convincere l’utente a cliccare sul link correlato. Nella landing page di atterraggio si potrà poi scendere nei dettagli.

Anche gli sms pubblicitari devono contenere un invito all’azione efficace ed univoco. Dopo il saluto iniziale, dopo l’enunciazione dell’offerta, bisogna inserire una call to action. Ovvero l’azione che deve innescare la conversione desiderata. Tale invito deve contenere sempre un’azione concreta e una determinazione di tempo che susciti urgenza (ad esempio: “Acquista ora”, “iscriviti subito”).

Dopo la call to action, nel caso degli sms aziendali, si deve predisporre il percorso dell’utente con un link dove può effettuare l’azione richiesta. Per non disperdere caratteri preziosi con la lunghezza dell’url, è bene convertire il link in versione short.

Un altro elemento che non può mancare all’interno dei messaggi è la possibilità di disiscriversi dal servizio di ricezione. Dal momento che sottrae spazio al resto del messaggio, non è detto che si debba inserirlo in ogni sms, ma è bene inserirlo almeno una volta al mese per aumentare la serietà delle proprie comunicazioni.

Questi sono gli accorgimenti fondamentali da rispettare per inviare sms efficaci e con il potenziale per superare la barriera di diffidenza degli utenti.

[/emaillocker]

 

Vuoi realizzare delle campagne di sms marketing? Contatta Magicnet!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento