Lungimiranza e pianificazione, l'importanza del calendario editoriale

Lungimiranza e pianificazione, l’importanza del calendario editoriale

Marketing
Social
di in Marketing, Social il 11 maggio 2017

 

Quando si parla di social media marketing, di blogging e, più in generale, di strategie di content marketing, uno dei segreti da scolpire in mente per la riuscita di ogni progetto è la capacità di organizzare, con sistematicità e lungimiranza, una programmazione completa. Ovvero un calendario editoriale.

Pianificare ogni pubblicazione con un piano editoriale significa facilitare la suddivisione e la gestione del carico di lavoro, se questo è appannaggio di figure diverse, e favorire la cooperazione tra le diverse componenti professionali impegnate in un progetto.

Il piano editoriale, infatti, serve al social media manager per organizzare la condivisione sulle varie piattaforme e per differenziare le varie pubblicazioni per ciascun medium; è fondamentale anche per il content editor, che può definire in anticipo la quantità di contenuti, la varietà dei temi affrontati e il mantenimento di un ritmo di pubblicazione costante. Ed è molto utile anche al reparto commerciale, che può consultarlo per suggerire modifiche. E segnalare dei temi sulla base dei bisogni espressi dalla clientela.

Ma vediamo più nel dettaglio cos’è un piano editoriale e come dev’essere strutturato.

Il piano editoriale è un documento digitale che permette di organizzare i contenuti da pubblicare.

Si può scegliere di coprire un arco temporale più o meno lungo (si consiglia di estendere la programmazione ad almeno qualche mensilità per ottenerne una di ampio respiro).

All’interno di questa agenda si devono depositare indicazioni fondamentali relative a:

  • Argomento del contenuto;
  • formato con cui lo si vuole sviluppare (testo, immagini, video, combinazione di questi formati);
  • data di produzione e di pubblicazione;
  • piattaforma su cui si vuole pubblicare il contenuto.

Il calendario editoriale è una mappa per l’orientamento. Deve contenere le indicazioni per produrre con puntualità i contenuti che fanno parte della strategia di comunicazione di un’azienda. Ma non deve trasformarsi in un monolite inamovibile.

La pianificazione dev’essere cadenzata, per poter accogliere, ad esempio, tutti quegli appuntamenti fissi e istituzionali che caratterizzano l’arco di un’annualità (festività, ricorrenze e altri appuntamenti specifici). Ma dev’essere anche flessibile. Per includere i contenuti che le preferenze del pubblico, l’attualità o l’emergere di determinate tendenze dovessero suggerire come più urgenti.

Gli strumenti che si possono utilizzare per creare con semplicità un buon calendario editoriale sono molteplici. Tra i più accessibili ci sono i fogli Excel, perfetti per creare file con tabelle a colonne personalizzabili a piacimento; e Google Calendar, particolarmente indicato per la pianificazione giornaliera, grazie al formato calendario. E per la possibilità di condividere i contenuti con più utenti-editori.

Vuoi impostare un’efficace strategia di content marketing per promuovere il tuo business? Contatta Magicnet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *