content1

Qualche giorno fa è uscito un curioso articolo su smedio.com, ad opera di Douglas Idugboe, Marketing Strategist nell’ambito Digitale e dei Nuovi Media, che intitolavaContent is NOT the king”. Come molti di voi avranno notato, l’intestazione del post fa eco alla celeberrima citazione di Bill Gates del 1996 “Content is king!”, la quale si riferiva chiaramente alla dimensione del successo, raggiungibile all’interno dell’universo del web, rappresentato dal corretto e coscienzioso uso delle parole.

In realtà l’autore dell’-apparentemente- rivoluzionario articolo si è servito di un artificio letterario per suggerire come non sia sufficiente, ai fini di un corretto utilizzo del mezzo internet, la capacità e l’abilità di manipolare le parole e di plasmare i contenuti. La tesi che espone, infatti, non si esaurisce nella demolizione del principio cardine per ciascun produttore di contenuti sul web, ma prosegue, allargando l’orizzonte delle dimensioni da osservare e da tener sotto controllo ogni qual volta ci si trova a produrre e a pubblicare contenuti digitali.

Detto altrimenti, per Idugboe non basta concentrarsi sui contenuti per avere successo. Ci sono anche altre dinamiche indispensabili da analizzare e coinvolgere. Vediamo allora quali sono.

  • Audience: immancabilmente l’audience, ovvero il pubblico a cui ci rivolgiamo, rappresenta il primo dispositivo” da indagare ogni volta che decidiamo di condividere delle informazioni sul web, siano esse di natura personale o commerciale. Dobbiamo infatti cercare sempre di capire cosa vogliono i nostri fan e seguaci, in modo da rispondere alle loro esigenze, offrendo loro da leggere solo ciò che interessa.
  • Attention: attirare l’attenzione dei lettori rappresenta solo metà della vittoria. E’ necessario sapere conservarla a lungo e sapere creare contenuti ad hoc capaci di farlo, in modo tale da instaurare un rapporto duraturo con la propria audience.
  • Social Media: come ho detto più volte, i social network hanno rappresentato il punto di svolta, tanto per il web quanto (di conseguenza) per i contenuti e per il loro utilizzo da parte degli utenti. E’ quindi indispensabile tenere presente questo aspetto quando si creano nuovi post e, specialmente, considerare il modo in cui questi contenuti verranno fruiti. Inoltre, non dimentichiamo che i social media rappresentano anche uno strumento aggiuntivo per pubblicizzare e far conoscere i nostri contenuti.

Si potrebbe quindi concludere che il contenuto non sarà certo il re ma resta comunque sempre molto importante, dal momento che è il punto di partenza per ogni buon articolo. Se perciò voleste avere dei consulenti esperti in merito, ci trovare sempre qui a vostra disposizione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento