Tra intelligenza artificiale e pagamenti in chat, il futuro degli ecommerce è già qui

Tra intelligenza artificiale e pagamenti in chat, il futuro degli ecommerce è già qui

E-commerce
di in E-commerce il 1 marzo 2017

 

I dati relativi all’ecommerce parlano chiaro: gli utenti che effettuano acquisti su Internet sono in costante aumento. In Italia, addirittura, secondo quanto è emerso da un’indagine di Confartigianato, il trend di crescita ha toccato punte del 9,1% nel 2016.

In ambito web, l’ecommerce rimane, quindi, uno dei settori su cui puntare, anche nel 2017.

Di seguito nell’articolo elencheremo quali sono le principali tendenze che interesseranno il settore nel corso dell’anno iniziato da poco.

Il miglioramento della user experience

Tra le tendenze su cui puntare per tutto il 2017 spicca il miglioramento della user experience.

Si tratta di essere realisti e rassegnarsi a rivaleggiare con i colossi del settore, come Amazon, in termini di tempi e modalità di consegna.

Anziché impegnarsi in una sfida impari, persa già in partenza, si può puntare su un altro aspetto, altrettanto cruciale; ovvero il miglioramento dell’esperienza dell’utente. Con l’obiettivo di rendere facile e intuitiva la fruizione del proprio sito ecommerce.

Tra gli aspetti principali da curare, uno dei più importanti è  l’organizzazione delle categorie di prodotto. Soprattutto in presenza di un catalogo molto vasto e diversificato diventa fondamentale progettare una struttura di navigazione semplice e intuitiva. Ed evitare un numero infinito di categorie di prodotto.

Organizzazione e semplicità devono connotare l’intera architettura del sito. L’utente deve avere tutto a portata di clic. Ogni contenuto deve poter essere raggiunto con un massimo di tre clic dal punto in cui si trova il visitatore.

Per facilitare la ricerca dei contenuti desiderati da parte dell’utente si possono applicare una serie di funzionalità:

  • Implementare un sistema avanzato di ricerca tramite filtri per categoria;
  • inserire il suggerimento automatico nel campo digitazione;
  • consentire ricerche per attributi come tipo di prodotto, marchio, colore, materiale etc.

Una volta trovati i contenuti che sta cercando, l’utente comincerà a scorrere le varie schede prodotto.

Arrivati a questo punto è di fondamentale importanza curare il contenuto delle schede. Immagini navigabili e ingrandibili, tutte le caratteristiche tecniche nel dettaglio, consigli per l’uso, guide, le schede prodotto devono contenere tutti questi elementi.

Questi sono solo alcuni degli accorgimenti da osservare per migliorare l’esperienza dell’utente.

Tra gli altri trend destinati a segnare l’evoluzione dei negozi ecommerce nel corso del 2017, c’è il cosiddetto “social commerce”.

Il social commerce

Le strategie di social commerce non si limiteranno a promuovere i prodotti sui canali social per generare traffico verso le piattaforme su cui è possibile effettuare gli acquisti.

Saranno le stesse piattaforme social a diventare una propaggine operativa del relativo ecommerce. Quello che in Asia, e soprattutto in Cina, è già realtà, ovvero l’uso di app di messaggistica come WeChat per effettuare direttamente l’acquisto di prodotti, potrebbe diventare pratica comune anche in Europa.

In particolare, WeChat ha attivato un’integrazione che permette all’utente di accedere direttamente all’ecommerce con un clic. E di pagare tramite Tenpay (il sistema di pagamento dell’app).

Per quanto riguarda l’acquisto diretto sulle piattaforme social, gli altri social network non sono rimasti a guardare. Già a suo tempo, Facebook, Twitter e Instagram hanno sperimentato l’introduzione del pulsante “compra” all’interno delle loro piattaforme. Per consentire agli utenti di completare il processo di acquisto di un prodotto senza abbandonare il social.

La funzionalità non ha raccolto il consenso sperato, ma non per questo verrà abbandona. Anzi, per il prossimo futuro se ne prevedono nuovi, interessanti sviluppi.

E-wallet, chat bot e strumenti di pagamento digitale in mobilità

Tra le evoluzioni destinate a rivoluzionare le pratiche di ecommerce, ci sono i sistemi di pagamento digitale in mobilità.

Tra questi, gli e-wallet, un servizio di pagamento che consente di utilizzare lo smartphone al posto della carta di credito. Con notevole risparmio di tempo per l’utente.

Le parole d’ordine saranno, appunto, velocità e immediatezza. Tutti i cambiamenti andranno nella direzione di snellire le procedure di acquisto e renderle il più veloci possibili. Per permettere agli utenti di effettuare ordine, pagamento e invio dei dati in un’unica azione.

In questo senso, una delle novità destinate a fare scuola è quella del dash botton; futuristica invenzione di Amazon, costituita da un pulsante ancorato a un dispositivo connesso tramite wi-fi. Associando il dispositivo ad un determinato prodotto è possibile ordinare l’articolo semplicemente premendo il pulsante del dash bottom.

Tra le funzionalità di cui si prevede una sempre maggiore diffusione in ambito ecommerce, ci sono anche i Chat bot, programmi di intelligenza artificiale in grado di interagire con gli utenti, rispondendo alle loro domande.

I chat bot possono diventare un prezioso supporto per i servizi di vendita online. Dal customer care alle procedure di acquisto, questi software programmati per interpretare le domande degli utenti e rispondere alle loro esigenze, possono rendere più facile e veloce tutte le operazioni in ambito ecommerce.

Non a caso, i colossi del settore, come Amazon, sono in prima fila nella sperimentazione dei bot. L’azienda statunitense ha sviluppato Pricetrackbot, un bot di Telegram che consente di monitorare una selezione di prodotti e di ricevere notifiche personalizzate.

Sfrutta l’impiego dei bot anche Conversational Commerce, un servizio lanciato da Facebook Messenger, che permette all’utente di relazionarsi direttamente con l’ecommerce, selezionando tipologia di merce, caratteristiche dei prodotti e fascia di prezzo all’interno di chat private.

Per il momento, l’autosufficienza di tali software è ancora lontana. Ma possono senz’altro essere impiegati all’interno di un sistema integrato, in cui la componente umana la fa ancora da padrone, per fornire nuove esperienze di acquisto, attraverso l’affiancamento dell’utente e il supporto lungo tutte le operazioni che conducono all’acquisto.   

Vuoi realizzare un ecommerce evoluto e pianificare una strategia commerciale su misura per il tuo business? Contatta Magicnet!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *