L'importanza di ottenere uno "0", il featured snippet di Google

L’importanza di ottenere uno “0”, il Featured snippet di Google

Google
SEO
di in Google, SEO il 28 aprile 2017

 

Cos’è la tanto ambita posizione “0” assegnata da Google con un riquadro separato che compare in alto nei risultati di ricerca? Secondo la definizione redatta dallo stesso motore di ricerca, il featured snippet è un riquadro in primo piano, posto nella parte superiore della pagina dei risultati di ricerca.

La comparsa di questo riquadro è innescata dalla formulazione di una chiave di ricerca in formato domanda da parte dell’utente. Lo snippet comprende un’anteprima della risposta estratta da una pagina, il link alla pagina, il titolo e l’URL.

Come comparire in un featured snippet

Per vedere un proprio contenuto figurare all’interno di un featured snippet non bisogna pagare, ma solo confezionare un ottimo contenuto. Difficile sì, ma non impossibile.

Come spiega sempre Google, quando riconosce che una query è una domanda, per “riempire” il relativo riquadro si limita a individuare “in modo programmatico le pagine che contengono la risposta” e a mostrare “il risultato più pertinente in uno snippet in primo piano nei risultati di ricerca”.

Ciò significa che gli snippet sono aperti a tutti. Ci si deve solo assicurare che i contenuti proposti siano ben scritti, formattati per agevolare la lettura, esaustivi e centrati

Ma vediamo, più nel dettaglio, quali accorgimenti adoperare:

  • Fondamentale è calarsi nella parte dei propri interlocutori e immaginare quali potrebbero essere le loro domande. Per far questo, oltre a una buona dose di immaginazione, può aiutare il ricorso ad un tool.  Come Answerthepublic.com che, sulla base di un argomento, trova le query più ricercate dagli utenti.
  • Apparire all’interno di uno snippet non è facile vista la quantità di contenuti che affolla la rete. Un solo risultato di ricerca può fregiarsi di quell’ambita posizione per ogni query. Se si aspira ad un risultato del genere, oltre che confezionare un testo di qualità, è importante usare immagini, infografiche, video o screenshot. Per illustrare anche graficamente ciò di cui si sta parlando.
  • Per intercettare le domande formulate dal proprio target di utenti, può essere utile arricchire il proprio sito di una sezione faq. E invitare gli utenti a scrivere per segnalare le domande a cui non trovano risposta. Per aumentare le probabilità che il crawler di Google prenda in considerazione le nostre risposte per un featured snippet, bisogna anche fare in modo che le risposte non siano né troppo lunghe né troppo corte.

Qualche consiglio più tecnico

Tra gli stratagemmi di natura più tecnica da seguire per vedere un proprio contenuto nella posizione 0 di Google:

  • La pagina deve possedere in H2 o in H3 la domanda stessa, ad esempio: “come si prepara il tiramisù”.
  • Il contenuto dev’essere suddiviso in paragrafi. E presentato in maniera ordinata e sequenziale, anche con il ricorso ad elenchi puntati e numerati.
  • Ogni paragrafo dev’essere etichettato con un titolo in H3.
  • Le parole più importanti devono essere sottolineate in grassetto.

Dopo il Fred Update, l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo che premia i contenuti verificati e di qualità con un miglior posizionamento nella SERP, l’impegno di Google per promuovere la qualità dei contenuti si rafforza con ulteriori modalità di presentazione delle pagine, che premiano esclusivamente l’approfondimento e la risposta ai bisogni informativi degli utenti.

Vuoi posizionare un tuo contenuto in primo piano nella SERP? Contatta Magicnet!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *