Cosa c’è dietro a parole come indicizzazione o posizionamento che oggi giorno sentiamo sempre più spesso pronunciare?

Molte tra le persone che hanno un sito web o un blog sperano e vogliono che questo sia indicizzato e magari anche ben posizionato nei motori di ricerca, magari proprio lì entro i primi 3 posti della prima pagina di Google. In questo modo si ottiene una maggiore visibilità della propria azienda/attività e si spera in un aumento di contatti e dunque, in qualche modo, anche dei profitti.

Ma quante persone capiscono realmente – o sanno – cosa vuol dire tutto questo? Quante sanno in quale modo si ottiene un posto tra i primi 3 della prima pagina di Google?…. forse poche ma sicuramente non tutte.

Dietro a tutto ciò c’è infatti un lavoro enorme che richiede molte ore di lavoro e soprattutto molta pazienza. Infatti anche dopo aver fatto il grosso del lavoro, per ottenere e vedere i primi risultati bisogna spesso aspettare mesi, almeno uno o due per sicurezza. Questo perché dopo il lavoro dei ‘dietro le quinte’ di tutto ciò (i professionisti nel settore seo) la palla passa al motore di ricerca (Google o chi per lui) che dovrà effettuare tutta una serie di ‘controlli e verifiche’ – chiamiamoli così – prima di stabilire che trattamento dare al vostro sito o blog (ovvero come e se indicizzarlo e posizionarlo).

Ovviamente in base al sito web, al blog e alle parole chiave che si vogliono posizionare, il lavoro del seo può essere più o meno semplice e i risultati possono essere più o meno facili da raggiungere. Ci sono infatti parole chiave poco ricercate e dunque molto più facili da posizionare perché hanno meno concorrenza, ma altre invece… Provate a pensare a queste due keys: ‘bed and breakfast’ e ‘sciarpa uncinetto’. Secondo voi ci sono più imprenditori che desiderano posizionare il sito web del proprio bed and breakfast o più casalinghe che vogliono posizionare il loro modesto e-commerce di sciarpe fatte con l’uncinetto?… Ecco dunque come anche la richiesta del cliente può facilitare o meno il compito del seo e agevolarne i risultati.

Detto ciò è anche bene specificare che in base all’attività richiesta dal cliente la facilità e i tempi di consegna cambiano. Infatti di per sé l’indicizzazione è un’attività molto più semplice del posizionamento.
Indicizzare un sito vuol dire di fatto ‘presentarlo ai motori di ricerca’, in altre parole fare sapere ai motori che il vostro sito/blog esiste. Posizionarlo ai primi posti significa invece battere la concorrenza che con gli stessi strumenti a disposizione e a volte anche le stesse parole chiave.
Per agevolare il tutto e facilitare il raggiungimento dell’obiettivo si può ricorrere ad attività di ottimizzazione, ovvero tutte quelle volte a migliorare il sito web per renderlo più leggibile e apprezzabile per i motori di ricerca. Tra le altre attività che favoriscono il lavoro del seo ci sono poi il link building e il copywriting.
Il link building consiste nel portare diversi link verso il vostro sito web, mentre il copywriting può essere identificato in tutte quelle attività di scrittura di contenuti ad hoc (in questo caso specifici per il web) attenendosi alle tecniche apprezzate dai motori di ricerca.

A questo punto dovremmo essere riusciti ad acclarare almeno un minimo che mentre le domande dei clienti sono spesso le stesse, le risposte di un professionista seo serio non possono che variare.
La richiesta ‘vorrei posizionare il mio sito web con queste 3 parole chiave e sul motore di ricerca X’ infatti ha realmente bisogno di risposte, attività e azioni diverse in base alle parole chiave, al tipo di settore di riferimento e al motore di ricerca (ognuno ha infatti regole proprie). Questo solo per cominciare, una volta iniziato il cammino le strade per arrivare all’obiettivo possono essere molteplici. Ciò che accomuna tutte le richieste è la necessità di costanza, precisione e pazienza (sia da parte del seo che del cliente).

Per ironizzare un pò vi invitiamo a pensare alla famosa pubblicità del 2006 di un noto brand di prosciutti in cui una signorina cercava disperatamente di avere un etto di prosciutto e non riusciva ad ottenerlo. L’errore era nella modalità della richiesta, lei chiedeva un etto di un qualsiasi tipo di prosciutto mentre avrebbe dovuto specificare il brand.
Nel nostro settore settore avviene la stessa cosa. Non è solo posizionamento, è il posizionamento (o l’indicizzazione) del tuo sito web che ha determinate caratteristiche e richiede dunque una ‘stagionatura’ piuttosto che un’altra.

Per maggiori informazioni sulle attività di posizionamento da noi offerte contattateci!
E continuate a leggerci qui sul nostro blog.

A presto.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento