operatori boleani

Gli operatori booleani sono comandi che, digitati nella barra di ricerca Google, consentono di effettuare delle ricerche avanzate e di ottenere dei risultati molto più selezionati

Gli operatori booleani sono molto semplici da usare e aiutano a restringere in maniera mirata la gamma dei risultati restituiti dal motore di ricerca.

L’operatore AND: Se si inserisce la parola “and” tra dei termini nella propria query di ricerca, Google cercherà all’interno delle sue basi di dati tutte le pagine che contengono i termini indicati, anche in forma non correlata. Ovvero, se scriviamo

[emaillocker]

“lingua and inglese”, avremo per risultato tutte le pagine che contengono l’una e l’altra parola, anche quelle che le contengono in maniera staccata.

L’operatore OR: Se, invece, si fa ricorso a questo operatore, si otterranno tutte le pagine che contengono almeno uno dei due termini. Quindi, in base all’esempio precedente, tutte le pagine che includono la parola “inglese” o la parola “lingua”.

L’operatore NOT -: Utilizzando il trattino alto prima di una parola, si possono escludere dai propri risultati le pagine che contengono la parola digitata. Riprendendo l’esempio di prima, digitando “Lingua -inglese”, Google restituirà come risultato tutte le pagine che nON parlano di lingua inglese.

L’operatore +: questo operatore booleano aiuta la ricerca avanzata Google poiché consente di includere nei risultati anche alcuni avverbi, articolim accenti o lettere e acronimi che non verrebbero considerati altrimenti. Ad esempio si possono cercare due parole scritte allo stesso modo, ma con accenti diversi. Come “condòmini” (condòmino al plurale) e “condomìni” (ovvero un insieme di stabili condominiali).

L’operatore ” “ (virgolette): Quando si vuole ricercare una frase ben precisa, si possono utilizzare le virgolette. Questo operatore è molto utile quando si cerca la fonte di una citazione oppure quando si cercano dei nomi di persone.

L’operatore * (asterisco): Questo elemento viene utilizzato per suggerire a Google di trovare tutte le pagine che contengono la radice del termine indicato entro un massimo di 5 lettere.

L’operatore NEAR: consente di ottenere le pagine web che contengono una frase o un’espressione così come viene digitata nella barra di ricerca. Ad esempio, digitando “a NEAR b” Google troverà solo le pagine che presentano i due termini a e b uno accanto all’altro e in quel preciso ordine.

Con l’aiuto degli operatori logici booleani, è possibile sfruttare al meglio tutto il potenziale di Google e risparmiare tempo nello scorrimento dei risultati di ricerca e nella loro lettura.[/emaillocker]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento