images

Il social di Mark Zuckerberg non smette mai di stupire. E anche questa volta ne ha pensata una delle sue: vediamo perché.

Già in uno degli ultimi articoli qui postati ho sottolineato l’importanza che Facebook riserva a tutti coloro che desiderano aumentare il traffico del proprio sito grazie alla pubblicazione di contenuti attraverso i social network: Facebook, infatti, continua a ricoprire un ruolo di primo piano in tal senso, garantendo potenzialmente risultati straordinari, specialmente rispetto ai suoi concorrenti come Twitter e Google Plus.

Proprio grazie a questi successi strabilianti, che Facebook è virtualmente in grado di conferire a chiunque riesca a sfruttare al meglio le potenzialità che mette a disposizione, il team creativo della piattaforma ha deciso di mettere a punto nuove forme di collaborazione con gli utenti.

Stando ai dati riportati da Justin Osofsky, vicepresidente specializzato nei rapporti coi media, il traffico proveniente dal social network in blu è aumentato del 170% rispetto allo scorso anno. E’, però, opportuno precisare che la ricerca effettuata e riportata nel comunicato è stata condotta specificatamente sugli account dei principali editori di notizie, ovvero sulle pagine che più di tutte sono interessate dalla presenza di contenuti di una certa consistenza e di un fondato interesse da parte dei lettori.

Queste informazioni suggeriscono, ad ogni modo, che gli utenti della rete passano sempre di più attraverso i canali social, ed in particolare quello di Facebook, per nutrirsi dei contenuti che più stuzzicano la loro attenzione.

Il VP, come già io stessa scrissi nel mio precedente articolo, ha affermato che l’aumento del traffico al sito attraverso il social network non è né una cosa immediata né tanto meno semplice o priva di ostacoli. Occorre comunque essere capaci di saper sfruttare tutte le strategie migliori affinché l’interazione tra le pagine web e quelle social sia ottimale.

Proprio per questa ragione, Facebook stesso, metterà gradatamente a disposizione (per il momento la feature è ancora in fase sperimentale ed è affidata solo agli amministratori delle pagine legate alle principali organizzazioni mediatiche) una nuova funzionalità chiamata “Stories to share” che garantirà proprio la possibilità di condividere storie, immagini o qualunque altro genere di contenuto in linea con la pagina stessa, capace di creare engagement nei lettori, ma non  ancora pubblicato all’interno del social network.

Senza dimenticare che, comunque, l’apporto dei professionisti del settore resta indispensabile per selezionare i contenuti che meglio descrivono voi, la vostra attività e i vostri prodotti e che meglio sappiano presentarvi agli occhi dei lettori/consumatori, è innegabile che questa nuova funzionalità darà una grossa mano a chiunque desideri incrementare le visite al proprio sito, trovando contributi più creativi di quelli già postati in precedenza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento