Immagine1

Proprio in questi giorni, uno dei servizi di geo-tagging e social networking più famosi al mondo ha lanciato una nuova funzionalità: la time machine. Grazie ad essa sarà possibile ricostruire la propria crono-storia dei vari check-in effettuati nel tempo.

Per quanto il nuovo strumento possa sembrare una banalità, la time machine di Foursquare consente per la prima volta, con pochi e semplici clic, di recuperare tutti i check-in effettuati col proprio account, a partire dal momento della registrazione al servizio di geo-localizzazione, fino all’ultimo. Questo consentirà agli utenti, ad esempio, di evitare lunghe scrollate per recuperare luoghi d’interesse visitati in passato e –magari- dimenticati. Come una vera e propria macchina del tempo sarà infatti possibile ripercorrere tutte le tappe effettuate nel corso dei propri viaggi o, più semplicemente, durante le proprie routines quotidiane, attraverso una specifica timeline, che caratterizza l’account di ciascun utente.

Non solo. Attraverso un recupero dei check-in passati e tramite un’integrazione con quelli più recenti, la time machine di Foursquare sarà in grado di suggerire più accuratamente locali e luoghi di interesse ritagliati su misura su ogni specifico account, sulla base della propria storia personale (fatta esclusivamente di check-in).

Questo risulta particolarmente importante per gli imprenditori o gli amministratori di attività e di imprese che intendono promuoversi attivamente sul territorio. Non solo, infatti, gli utenti e i consumatori che hanno frequentato un particolare negozio o locale, trovandosi particolarmente bene, torneranno più facilmente se potranno recuperare con esattezza la sua posizione ma anche nuovi e potenziali clienti potranno conoscere un’attività ed esserne attratti più facilmente se hanno dimostrato interesse anche in passato (non solo nel presente, come accadeva fino ad ora) verso attività simili.

In ultimo, non va dimenticato che Foursquare time machine consente agli utenti anche di recuperare le proprie statistiche, sia nel breve che nel lungo periodo, e di raccogliere tutti i dati in simpatiche infografiche che possono essere conservate o diffuse agli altri utenti: eventualità che permette anche ai brand e alle imprese presenti al suo interno di recuperare dati preziosi in termini di abitudini e di consumo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento