In occasione della presentazione trimestrale di Google, Larry Page  ha diffuso in maniera entusiastica la notizia del raggiungimento di 40 milioni di utenti registrati sulla piattaforma di Google Plus. L’importanza che Google+ riveste nel mondo di BigG, anche dal punto di vista delle entrate, è chiara, ed il CEO del’azienda non ha mancato di sottolineare, in tono estremamente positivo, la notizia cercando così di smentire le opinioni negative e le recenti speculazioni sul social di Mountain View.

Per quanto però la cifra rappresenti un successo e un traguardo per l’azienda Google, in realtà la sua importanza, ma soprattutto la sua imponenza, si rivelano relative, se paragonate ai numeri messi a frutto dal social network rivale: Facebook. Se Google+ infatti da luglio a ottobre, è passato da 10mln di utenti a 40 mln, Facebook è cresciuto da 750mln a 800 già a partire dal mese di settembre.

Inoltre, per quanto già così le cifre diano il rapporto di forza a favore del social di Zuckerberg, non sono realmente confrontabili poichè Google si limita a rendere noto il numero degli utenti iscritti alla propria piattaforma ogni mese, mentre Facebook dichiara da sempre il numero degli utenti attivi al mese, cioè solo coloro che si siano collegati al sito web almento una volta negli ultimi 30 giorni.

Pertanto, alla luce di questi confronti, ancora di più risalta l’incontrastato e incontrastabile divario tra il colosso in blu e il piccolo social rivale di BigG: i numeri continuano a sottolineare come Facebook, sempre più diffuso, capillare e vitale, oggi sempre di più, conservi la posizione di vertice di tutti i social networks, mentre Google+ (nonostante le ammirazioni dei propri tecnici) stia rimanendo ancora diversi passi indietro.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento