speed up website javascript widgets facebook logo

Vuoi aumentare la visibilità della tua pagina Facebook ma non sai da dove cominciare? La soluzione migliore e più efficace è sicuramente iniziare a promuoverla tramite il tuo sito web o il tuo blog grazie all’inserimento di widget personalizzati, da inserire all’interno della tua pagina internet, che consentiranno un’integrazione diretta con il social network in blu.

Da diverso tempo, infatti, Facebook mette a disposizione dei propri utenti la possibilità di rendere interattivo il legame tra la propria pagina business (o pagina personale) e la rispettiva pagina web grazie all’arricchimento della stessa, tramite l’inserimento di appositi box dedicati. Questi strumenti, che col tempo si sono letteralmente moltiplicati e che consentono di fare ogni tipo di azione/interazione tra le diverse pagine, sono decisamente semplici da utilizzare, sebbene ciascuno con le proprie peculiarità e con diverse potenzialità.

Analizzando i widget più utilizzati, la cui descrizione completa è disponibile presso la pagina Facebook dedicata agli sviluppatori, ecco quali sono i canali più sfruttati per migliorare o per incrementare l’interazione tra pagina personale e sito web:

  • Like Box: il solo like button, consente semplicemente di inserire all’interno della propria pagina web una sezione in cui viene data direttamente l’opportunità agli utenti di faremi piace” alla pagina Facebook, connessa col sito internet, e di diventare suoi fan. Il più complesso like box, oltre ad offrire queste possibilità, permette di vedere a chi sta visitando la pagina, quali tra i suoi contatti hanno già espresso il proprio apprezzamento per i contenuti di quel sito, tramite il “mi piace” di Facebook, invogliandoli così a seguire il consiglio degli amici e a replicare l’apprezzamento.  Diverso ma capace di ottenere un risultato simile è il Subscribe button, che permette di rimanere in contatto diretto con la pagina di proprio interesse, tramite la ricezione costante di tutti gli aggiornamenti, che appariranno all’interno del flusso della Timeline di chi lo ha cliccato, esattamente come se fossero post e commenti di amici e conoscenti.
  • Send Button: il Send, così come suggerisce, permette di inviare il link del sito web o una parte del contenuto di essa, tramite messaggio privato, a tutti i propri contatti. Utile da inserire, più che in homepage, accanto ad articoli, post o cataloghi prodotti.
  • Comments: decisamente importante se si vuole operare in modo trasparente con i propri fan e clienti e se si desidera ottenere credibilità tramite la condivisione totale di commenti ed opinioni da parte dei propri seguaci, inserire i comments all’interno del sito è  indispensabile. Questo widget, infatti, consente di commentare ciascuna parte del sito web e di pubblicarne il contenuto direttamente su Facebook, tramite l’inserimento diretto del post all’interno del flusso della Timeline, visibile a tutti gli amici e a tutti i contatti. Rischioso? Certamente sì, ma produttivo dal punto di vista della trasparenza e dell’onestà dimostrate.
  • Activity Feed: per potere tenere sotto controllo tutte le attività dei visitatori del sito e, al tempo stesso, per poterle mostrare tutte a colpo d’occhio, l’inserimento dell’activity feed è decisamente efficace. Consentendo, infatti, di mostrare tutti imi piace”, i commenti, le sottoscrizioni che gli amici hanno precedentemente rilasciato all’interno del sito web o della pagina Facebook di interesse dei lettori, li invoglieranno a loro volta a seguire il consiglio degli amici, diventando essi stessi fan e seguaci, in prima persona.
  • Recommendations: per tutti gli utenti già iscritti al sito o alla pagina Facebook, il plug in delle raccomandazioni è l’ideale perché consente di visualizzare ai lettori e ai visitatori del proprio sito web dei  suggerimenti personalizzati. Esso infatti permette di consigliare direttamente agli utenti contenuti o porzioni di sito a cui potrebbero essere interessati sulla base delle interazioni sociali e degli apprezzamenti già operati dagli amici o dei contatti degli utenti interessati.
  • Registration e Facepile: sono widgets meno interessanti ma comunque produttivi. Il primo permette ai lettori del sito web di fare log-in a Facebook direttamente dalla pagina internet, il che, pur rappresentando una possibilità banale, permette di integrare il form di accesso con informazioni aggiuntive (a discrezione del proprietario del sito) e consente di eliminare la necessità di fare una doppia registrazione, facilitando la navigazione degli utenti. Il secondo invece, un po’ come il like box, permette di visualizzare le facce e le foto profilo degli amici che, in qualche modo, hanno interagito con il sito o con la pagina Facebook, senza però esplicitare quale tipo di attività abbiano sottoscritto.

Come potete vedere dunque, le possibilità sono tante, diverse e capaci di ottenere risultati eterogenei ma al tempo stesso tutti straordinari. Ora sta a voi operare la scelta migliore rispetto al vostro target di riferimento e in base alle vostre esigenze, pensando a quella che potrebbe rappresentare la soluzione più opportuna.

Se vi occorre un consiglio, affidatevi a noi, sapremo indicarvi la strada giusta per ottenere il successo che desiderate.

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento