Uno scaffale vuoto è rimasto senza articoli.

Quando gli articoli sono esauriti o temporaneamente non disponibili: cosa fare con il sito e-commerce

E-commerce
Marketing
SEO
di in E-commerce, Marketing, SEO il 14 gennaio 2016

 

Parlando di casistiche, può verificarsi che nel vostro negozio e-commerce un certo item sia temporaneamente non disponibile oppure, talvolta, si esaurisca definitivamente. Il nostro consiglio è di gestire in modo diverso queste eventualità: seguite le nostre strategie e create pagine apposite e “intelligenti”.

Quando un prodotto è temporaneamente non disponibile:

  • Non è conveniente cancellare la pagina online del prodotto momentaneamente esaurito. Al contrario, questa dovrebbe contenere l’informazione che segnali l’esaurimento dell’item. In aggiunta, la pagina è bene che fornisca anche le indicazioni necessarie allo user cliente per indurlo ad aspettare fino a che l’articolo sarà di nuovo disponibile oppure, se preferisce, a passare direttamente all’ordinazione di un altro prodotto.
  • Di conseguenza, è necessario assegnare una data di previsione di arrivo dell’item richiesto e esaurito in modo da aiutare gli utenti.
  • È utile fornire una notifica all’arrivo dell’item. Ad esempio, potete decidere di inviare una email all’utente quando il prodotto sarà nuovamente reperibile.
  • Se siete certi che il vostro articolo temporaneamente out of stock torni ad essere presto nuovamente disponibile, consentite agli users di ordinare anticipatamente. Questo garantirà una maggiore fidelizzazione dei vostri clienti che saranno i primi ad essere informati e a ricevere il prodotto che stanno aspettando.
  • È bene che siate voi a fornire una lista di prodotti alternativi a quello che non è a disposizione: questo per assicurarvi che i vostri utenti rimangano sul vostro sito e-commerce e non interpellino i competitors.

Quando un articolo è rimosso definitivamente dalla vendita e-commerce:

  • Occorre fare in modo che cliccando il prodotto vi sia restituita una pagina 404. Questo è un metodo naturale e non traumatico per effettuare la rimozione delle pagine dall’indice dei motori di ricerca, senza interessare e avere effetti sul ranking generale del sito. Accertatevi di avere tolto 404 dalle pagine sitemap in XLM del vostro sito per inviare ai motori di ricerca con effetto il segnale che la pagina venga rimossa dall’indice. Questa soluzione si può adottare quando le pagine in questione non sono provviste di molti links a ritroso e non sono un punto di ingresso al sito.
  • In modo analogo, è meglio creare un redirect 301 a un item simile o appartenente alla stessa categoria di prodotto. Potete risparmiare così molti collegamenti, anche se, nota dolente, il tempo di caricamento può incrementare e generare confusione nel visitatore.
  • È preferibile optare per conservare, comunque, la pagina del prodotto, con l’avvertenza di segnalare che la voce è interrotta e di suggerire un’alternativa. Così, potete mantenere parecchi collegamenti e il ranking della pagina. Se il vostro inventario e-commerce subisce spesso variazioni, non è consigliabile adottare questa soluzione: potreste finire con un numero eccessivo di prodotti fantasma e guastare in questo modo il vostro Crawl Budget.

Scegliete MagicNet: troveremo insieme le migliori strategie per soddisfare l’utente e il vostro e-commerce.

 

Electra Nadalini
Contattami

Electra Nadalini

Seo/Sem Digital Marketing at Magicnet
Specializzazioni:
posizionamento nei motori di ricerca
formazione web-marketing
formazione e-commerce
formazione SEO/SEM/SMM
Electra Nadalini
Contattami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *