emailmarketing

Nelle email commerciali è fondamentale presentarsi al meglio ed evitare la presenza di errori per non dare l’impressione di essere sciatti e poco professionali

Quando si fa email marketing per promuovere prodotti e servizi si affida alla confezione di un’email tutta la propria professionalità ed è necessario fare una buona impressione senza poter contare sull’immediatezza del contatto dal vivo.

 

[emaillocker]

In assenza della gestualità, del tono di voce e dell’espressività del volto, la mail deve comunicare quanto abbiamo da dire attraverso la parola scritta e risultare puntuale e calibrata, con tutti gli elementi al loro posto.

Per riuscire in questa impresa, è di vitale importanza curare con estrema attenzione il contenuto delle proprie newsletter ed email commerciali. E fare in modo che non vi compaiano errori grammaticali o sintattici, refusi di scrittura, ripetizioni di parole, errori nella scrittura di un contatto email o telefonico e molti altri che andremo a considerare.

Innanzi tutto, è bene considerare che una mail può essere più o meno lunga e che, al di là della sua lunghezza, a determinare la sua ricezione e il grado di attenzione degli utenti sarà anche, e soprattutto, il modo in cui essa è impaginata.

Il testo della mail dev’essere suddiviso in paragrafi e deve accendere l’attenzione degli utenti sul messaggio principale che si intende comunicare attraverso l’uso di grassetti e corsivi.

Per facilitare la leggibilità del testo, è importante anche utilizzare gli elenchi puntati o numerati.

Al di là dell’aspetto puramente formale, bisogna considerare anche il trattamento del contenuto. E comunicare all’insegna della chiarezza e della semplicità.

Per non spazientire gli utenti, è importante:

  • Evitare di essere vaghi. Un discorso troppo generico può risultare irritante, oltre che inefficiente. Un lettore potrebbe essere interessato all’offerta proposta, ma un conto è invitare a cliccare per “scoprire come aumentare le vendite di un ecommerce attraverso una piattaforma di automation marketing”, un altro è promettere genericamente di “aiutare ad aumentare i profitti del tuo business”.
  • Includere troppe informazioni. Qual è l’obiettivo della tua comunicazione? Sei sicuro che tutte le informazioni inserite nella mail siano necessarie? Infarcire di troppi punti il proprio testo può essere controproducente e può disperdere l’attenzione degli utenti in mille rivoli. Meglio puntare dritti al punto. Se hai sottolineato con il corsivo un solo punto, forse puoi eliminare gran parte del resto.
  • Inserire dei link non validi. I link sono collegamenti preziosi attraverso cui si guidano gli utenti verso l’approfondimento di quanto comunicato nella mail. Inserirne di non funzionanti è un segnale di scarsa professionalità e disattenzione. Un biglietto da visita piuttosto negativo per un’azienda.

Questi sono solo alcuni degli errori da non commettere quando si fa email marketing aziendale. Tutto il resto può essere perfezionato con l’esperienza, man mano che si impara a familiarizzare con la propria nicchia di pubblico.

[/emaillocker]

 

Vuoi realizzare un’efficace strategia di email marketing? Contatta Magicnet!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento