facebook motore ricerca

Qualche mese fa, in un paio di vecchi post, avevo descritto quelle che sarebbero state le intenzioni future del team creativo di Palo Alto: estendere la pubblicità anche alle piattaforme mobile e creare un motore di ricerca personalizzato.

Ebbene il momento della verità sembra essere arrivato per entrambi i progetti: partiamo dal primo.

Il social network di Menlo Park ha finalmente avviato la fase di sperimentazione per un nuovo network che consentirà, a chi lo desidera, di integrare i contenuti sociali provenienti da amici e parenti e fruibili tramite smartphone e tablet, con pubblicità e ads studiati appositamente per i sistemi operativi mobili. Come da me anticipato nel vecchio articolo, la pubblicazione dei banner non sarà assolutamente casuale ma legata alle caratteristiche del proprio profilo che ci contraddistinguono di più, compresi sesso, età, geolocalizzazione, preferenze e gusti (scelti sulla base dei “mi piace” che abbiamo fatto a pagine e profili).

Fortunatamente, l’arrivo di questa novità non sarà in alcun modo legato alle applicazioni ufficiali mobili di Facebook, ma costituirà un progetto parallelo: detto altrimenti Facebook fungerà da intermediario per le principali agenzie fornitrici di pubblicità online, le quali a loro volta sfrutteranno le informazioni presenti all’interno di Facebook per rivolgersi al giusto target di riferimento ma senza essere in alcun modo create direttamente dall’azienda di Palo Alto. Questo significa che Facebook non dovrebbe perdere nulla in termini di usability, ma semplicemente costituirsi come canale preferenziale per l’advertising in modo che i suoi utenti non vengano disturbati da messaggi promozionali a cui non sono assolutamente interessati (anche perché, è giusto ricordarlo, occorrerà comunque il previo consenso di ogni singolo utente, sia per utilizzare i propri dati che per potere vedere le promozioni pubblicitarie). In definitiva, per quanto questa novità possa apparire come un’ennesima intrusione della pubblicità nella libera navigazione degli utenti, per chi invece desidera farsi conoscere e far promuovere la propria attività, potrebbe essere una promettente alternativa all’advertising tradizionale.

La seconda novità del network sociale più famoso del mondo, dovrebbe invece riguardare l’arrivo di questo famigerato nuovo motore di ricerca in blu. Finalmente, infatti, Mark Zuckerberg ha ufficialmente dichiarato quali sarebbero le sue intenzioni: quelle di creare, prima o poi, un proprio motore di ricerca. Quelle che inizialmente sembravano solo supposizioni ora, quindi, sono state confermate.

Il CEO di Facebook, ha perfino motivato le ragioni delle sue intenzioni, che sferzerebbero un attacco diretto a Google e a tutta l’azienda di Mountain View, legate principalmente al fatto che ogni giorno decine di migliaia di utenti cercano qualcosa sui social network e, oggi come oggi, faticano a trovarlo:

Facebook è in una posizione unica per rispondere alle domande che la gente pone. Ad un certo punto lo faremo. Abbiamo un team che ci sta lavorando su.

Il cantiere dei lavori sarebbe quindi già aperto. Facebook, dal canto suo, rispetto a tutte le aziende che prima del social network hanno tentato, fallendo clamorosamente, un attacco diretto a Google, ha il grandissimo vantaggio di avere già più di un miliardo di utenti che lo utilizzano quotidianamente.

La sfida è quindi aperta e caldissima.

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento