bye bye red eye

E se per far comparire una bella tazza di caffè caldo bastasse solo sbadigliare?
Sembra un sogno, che per alcuni assonnati viaggiatori è diventato realtà.

La compagnia olandese Douwe Egberts ha infatti collocato in una sala d’aspetto dell’aeroporto di Johannesburg un distributore automatico dotato di un software di riconoscimento facciale.

Come mai una tecnologia così complessa per una macchinetta del caffè?

Subito spiegato:
Inutile cercare una fessura dove inserire monetine, per avere la propria bevanda calda si deve dimostrare di avere sonno…con uno sbadiglio!

La campagna, chiamata Bye Bye Red Eye, ha servito più di 210 passeggeri, e sta avendo ampia risonanza in tutto il mondo, condivisioni, citazioni e articoli su blog di settore e non solo.

Ed ecco che un bel gesto come regalare un caffè proprio a chi ha più bisogno di riprendersi da molte ore di viaggio, dal jet lag, da stanchezza accumulata, si rivela un’operazione di marketing più che vincente.

Ricordiamo a questo proposito un’altra fortunatissima iniziativa con molti punti in comune, e diffusione virale di foto e video.
Si tratta della Spanair, che decise di sorprendere i passeggeri in volo da Madrid a Las Palmas durante la notte di Natale con dei doni inaspettati, recapitati sul nastro dei bagagli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento