facebook trucchi

Ce lo siamo chiesti tante volte: perché scegliere Facebook per promuovere la propria presenza online? Perché proprio il social network di Palo Alto e non uno dei suoi concorrenti?

Al di là delle caratteristiche peculiari che lo differenziano dai suoi competitors, sono diverse le ragioni che spingono le aziende a scegliere ancora Facebook come piattaforma di base per lanciare o per consolidare la propria immagine “digitale”. E questo anche grazie a una serie di trucchi e di consigli da seguire per migliorare le proprie strategie di promozione online.

Innanzitutto è impossibile trascurare il fatto che Facebook continui a rappresentare la piattaforma social per eccellenza per via dell’enorme bacino di utenti che è in grado di raccogliere. Già solo da questo appare chiaro a tutti che essere su Facebook significa essere visibili ad una popolazione di internauti assolutamente impossibile da paragonare a quella di altri social network, perfino a quella di Twitter.

Ma le motivazioni sono anche altre: Facebook è l’ideale per creare e mantenere delle community nel tempo, è ottimo per targettizzare e fidelizzare i propri potenziali – o reali- clienti, consente di interagire in maniera più consistente e divertente con gli utenti (foto, video, app hanno qui certamente una migliore e più incisiva visibilità ed interazione).

E’ stato dimostrato inoltre che l’efficacia e la durata dei post su Facebook, rispetto per esempio a quelli di Twitter, è, oltre che più elevata, anche decisamente più prolungata e proficua.

Una volta registrati su Facebook, aperto un account e una pagina e cominciata l’interazione quotidiana con i nostri fan, per quanto questa scelta porti già di per sè dei vantaggi, non basta se non è sfruttata in modo razionale, intelligente e ponderato.

E’ fondamentale imparare a studiare bene gli Insight e le statistiche della propria pagina, poichè da questi si potranno imparare molte cose utili ad ottenere un miglioramento in termini di apprezzamenti e di condivisioni. In questo modo, per esempio, si potranno conoscere gli orari in cui la maggior parte della nostra community si trova online, riuscendo ad integrare le regole “orarie” di pubblicazione dei post con quelle pensate specificatamente per i nostri fan.

Analizzandoli si possono sapere anche quali sono i post che hanno attratto maggiormente l’attenzione degli utenti e quali invece sono passati inosservati, cosi da valutare cosa è meglio pubblicare nel futuro e cosa no.

Variare la qualità e gli strumenti con cui interagiamo sono sempre due soluzioni vincenti se non si vuole annoiare il pubblico e si cerca invece di essere accattivanti, moderni e magari anche viraliPremiare i fan e la loro fedeltà con premi, sconti, vantaggi sugli acquisti può essere una buona leva per incentivare il proprio pubblico ad interagire in maniera più efficace con voi e con la vostra pagina.

Anche la pubblicità offerta da Facebook attraverso le varie forme di Facebook Ads è un buon modo per farsi conoscere, in modo intelligente e serio, anche da chi non sa nulla di voi e della vostra attività ( a tal proposito, però, tenete sempre a mente che il vostro obiettivo è raggiungere utenti che potrebbero potenzialmente essere vostri reali clienti).

E voi? Siete fan di Facebook della prima ora o siete passati ad altre piattaforme? Vorreste spiegarci il perché?

 

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento