business

Pinterest e i profili business

Pinterest
di in Pinterest il 21 Novembre 2012

 

Già tante altre volte ho sottolineato l’importanza delle immagini in relazione alla straordinaria forza comunicativa che veicolano rispetto alle sole e semplici parole e, proprio per questo, la notizia che sto per condividere con voi diventa ancora più importante ed entusiasmante.

Il social network di San Francisco ha annunciato, infatti, tramite il suo blog ufficiale, la nascita e l’arrivo di uno strumento molto desiderato e atteso dai brand e dalle aziende di tutto il mondo: i profili business

Già da qualche giorno è possibile convertire il proprio account privato personale in business o crearne uno nuovo da zero: è sufficiente indirizzarsi nella sezione dedicata alla gestione dei profili aziendali e cliccare su convert your existing account o su create business account e seguire le indicazioni. Ovviamente non a tutti è permesso creare un account aziendale, ma è indispensabile essere realmente proprietari o responsabili di un brand e/o di un’azienda e certificare questo rapporto indicando il nome di una persona fisica, il tipo di attività svolto, il nome pubblico del profilo e specificare di aver accettato i termini del servizio, specifici per le pagine business.

Questi nuovi profili, che si rivolgono nello specifico a tutti i brand, retail, e-commerce, blogger, imprenditori, organizzazioni no-profit, istituzioni e media, offrono interessanti novità dal punto di vista delle opportunità offerte ai possessori di questo tipo di account. Il profile widget, in particolare, consentirà di integrare tutti gli ultimi pin all’interno del proprio sito personale, mentre il board widget permetterà la promozione di intere board all’interno del sito internet dell’azienda, in modo tale da riuscire ad ottenere un rapporto diretto e un legame molto stretto tra la piattaforma tradizionale del marchio, o dell’azienda, e la pagina all’interno del social network di immagini.

La nuova feature, e i nuovi widget che mette a disposizione, sono un importante strumento per le aziende e per i brand poichè, sebbene non presentino delle differenze sostanziali rispetto ai precedenti account privati, si propongono come una piattaforma potenziale ed utile ad integrare numerose e nuove funzioni pensate ad hoc per la dimensione business. In particolare, focalizzando l’attenzione sulle immagini, questi nuovi profili saranno utili per le aziende che finalmente, in prima persona, potranno promuovere e pubblicizzare i propri prodotti in modo alternativo e più efficace (dato che è stato dimostrato che le immagini sul web agiscono in modo più diretto sull’attenzione  e sull’engagement dei clienti rispetto alle parole).

Pinterest stesso ha offerto ai suoi utenti quelle che sono le  principali best practices da seguire per ottimizzare l’uso di queste nuove feature messe a disposizione dal social network, tra cui troviamo:

  • Racconta la tua storia
  • Condividi i tuoi valori
  • Costruisci una community di seguaci

Ed infine, per migliorare il rapporto degli utenti con queste nuove pagine, Pinterest ha pensato di offrire una sezione a supporto dell’utilizzo dei nuovi profili, mostrando particolari case history e branding guidlines di ispirazione per i potenziali amministratori dei nuovi account.

@magicnet.it webagency Bologna dal 1996
Digital Transformation / Automation Marketing / CRM / Reputation / Consulenza / Formazione / SEO SEM / E-commerce

One thought on “Pinterest e i profili business

  1. Pingback: Come vender(si) con Pinterest - 1stonthenet, primi nei motori di ricerca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *