Microsoft So cl Now Public Promises Social Search for Learning 2

Abbiamo proprio bisogno di un nuovo social network?

Microsoft pensa di sì. Con la creazione di So.cl anche l’azienda fondata da Bill Gates e ora guidata da Steve Ballmer, ha pensato bene di gettarsi nel torbido mondo dei social media. Ma attenzione, secondo quanto dichiarato dallo stesso team creativo di Redmond, il social network di Microsoft non sarà affatto in competizione con gli altri colossi del settore, come Facebook, Twitter e Google Plus.

Almeno per il momento, infatti, So.cl nasce per essere destinato esclusivamente a studenti e professori universitari, costituendosi come una piattaforma che permette di condividere contenuti e informazioni tra i diversi membri dei campus in giro per il mondo. I suoi punti di forza sono infatti rappresentati dalla capacità di condividere con estrema facilità documenti e ricerche, dalla possibilità di scoprire nuove aree di interesse e dall’opportunità di organizzare video-ritrovi. Ma soprattutto dalla straordinaria capacità di mettere in contatto profili professionali simili o utenti con interessi formativi pertinenti a settori disciplinari comuni.

So.cl non intende quindi sostituirsi ai social network che abbiamo imparato a conoscere ed utilizzare in questi anni, piuttosto si propone come uno strumento capace di cogliere gli aspetti peculiari e più interessanti di ciascuna di queste piattaforme, fondendoli assieme e offrendoli ai propri utenti, senza precludere loro le interazioni e le relazioni che hanno costruito all’interno di questi siti, ma anzi sfruttandole. Il social network di Microsoft, infatti, rappresenta una sorta di sintesi tra la ricerca di contenuti offerta da Bing (anche da Google, ma come è ovvio Microsoft incentiva l’uso del motore di ricerca di cui è proprietario), gli hangouts che caratterizzano Google+, la condivisione offerta da Facebook e la scoperta di novità o curiosità animata da Pinterest. Non solo. Proprio per ribadire il legame con gli altri social media So.cl offre la possibilità di autenticarsi usando il proprio account Facebook o Windows live.

Progettato dal 2009 e sperimentato già in alcune università americane, come l’università di Washington e la NYU, fino al 15 dicembre sarà in prova per tutti quegli utenti che hanno ricevuto, o riceveranno, un invito per partecipare al programma sperimentale. Ma attenzione, non fate l’errore di credere ingenuamente che se non appartenete al target di riferimento a cui So.cl si rivolge, non sarete in qualche modo coinvolti dalla sua evoluzione. Basta ricordare come è nato e cresciuto Facebook per capirlo: anche in quel caso il progetto inizialmente nasceva esclusivamente per studenti universitari, mentre adesso rappresenta la nazione più popolosa del mondo.

Il mio avvertimento è quindi quello di restare in guardia, nel frattempo godiamoci il video di presentazione!

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento