pollice su giu

É di pochissime ore, la notizia lanciata da Facebook secondo cui sono in programma interessanti e importanti integrazioni tra il social network e la piattaforma per blogger WordPress, le quali permetteranno con pochissimi click di condividere tutte le informazioni pubblicate all’interno del blog, direttamente anche sulla piattaforma in blu.

La possibilità di conciliare le informazioni condivise tramite i due siti web sarà resa disponibile tramite un apposito plug-in, presentato e descritto direttamente da Matt Kelly, ingegnere addetto alle relazioni con gli sviluppatori:

Il plugin è stato realizzato da ingegneri Facebook in collaborazione con partner open source, e rende semplice per chiunque rendere il loro sito WordPress più sociale senza che siano richieste esperienze in codifica.

Grazie a questa nuova applicazione sarà dunque possibile pubblicare contenuti all’interno di WordPress, che peraltro continua a rappresentare la piattaforma di blogging più amata dal web (ed anche per questo Facebook non ha potuto non tenerlo in considerazione), e senza alcuna conoscenza di tipo tecnico, includere tali informazioni anche all’interno della propria Timeline, in pochi e semplici passi.

Oltre a queste funzionalità, il plug-in offre una grande serie di strumenti aggiuntivi, come la capacità di citare già all’interno degli articoli nomi di amici e conoscenti, in modo da aumentare notevolmente la visibilità dei post.

Infine saranno resi disponibili anche una serie di widget, utili a monitorare la diffusione dei propri articoli, includendo all’interno di Facebook un feed attività in cui appariranno gli articoli letti dagli amici. Sicuramente, questo è un passo in avanti rispetto all’integrazione tra diversi siti web, che certamente non scontenterà i tanti fan delle rispettive piattaforme.

 

Diversa è invece la natura dell’aggiornamento proposto da Twitter che, sempre in data odierna, ha deciso di modificare l’assetto dei trend topic. Come ben sapete (o se non ne siete a conoscenza ve lo dico io adesso) i Trends rappresentano, all’interno di Twitter, gli argomenti maggiormente tweettati o seguiti, direttamente tramite il social network e che quindi, potenzialmente, possono essere più interessanti per i lettori.

Ebbene, già da qualche tempo Twitter aveva deciso di switchare tali contenuti circoscrivendoli all’area nazionale di riferimento di ciascun account; ora ha deciso perfino di limitare tali trend ad una lista di suggerimenti ritagliati ed ottimizzati sulla base dei gusti di ogni singolo utente. Così facendo andrà a svilupparsi una sorta di bibliografia dettagliata e creata ad hoc per ogni internauta, evitando anche di mostrargli notizie del tutto estranee ai propri interessi.

Per quanto mi riguarda questa mossa è certamente controproducente, anacronistica e limitante: Twitter nasce e piace proprio perché ti permette di conoscere persone completamente lontane da te sia geograficamente che culturalmente, e lo stesso vale per le notizie, che non si limitano agli interessi espressi da ciascuno ma aprono un orizzonte di possibilità mai conosciuto in precedenza. La scelta quindi di accerchiare tali notizie limitando il campo dei Trend, sebbene nasca con l’intenzione tutta positiva di facilitare la navigazione per gli utenti, appare molto rischiosa e anzi, assolutamente sbagliata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento