Youtube, attento ai colpi del fratello cinese!

You Tube
di in You Tube il 15 Marzo 2012

 

Dopo mesi e mesi di battaglie sfrenate e di tiri mancini sferrati all’ultimo sangue ecco che i due principali siti cinesi di video sharing “fanno la pace” e si avviano verso un accordo che preveda la fusione in un unico grande colosso.

Youku, che nacque nel 2006 ad opera di Victor Koo per costituirsi come una vera e propria videoteca sullo stile di Youtube, si presterà infatti ad acquisire il rivale Tudou (orientato maggiormente ad accordi con i media mainstream e con le televisioni locali). Per più di un miliardo di dollari. E la società si chiamerà Youku Tudou.

La guerra mediale tra le due piattaforme di condivisione video era iniziata nel dicembre scorso per via di accuse reciproche di violazione dei diritti d’autore sebbene già nel lontano 2010 i due gruppi avevano annunciato la creazione di un unico grande network di diffusione e di condivisione di video.

Dopo le varie querelle giudiziarie ecco che finalmente il progetto sta per realizzarsi; l’acquisizione significherà la possibilità per la Cina di creare finalmente un unico grande archivio video, capace di far sviluppare questo settore esattamente come nel resto del mondo (non dimentichiamo infatti che a tutt’oggi Youtube è censurato dal governo cinese).

Il risultato è stato infatti commentato decisamente in modo positivo anche dallo stesso CEO di Youku, il quale, alimentando le speranze per la crescita di questo settore, ha dichiarato:

Vogliamo fondare una nuova era per i video su internet. Youku e Tudou possiedono la più grande comunità di utenti e la più avanzata tecnologia per la diffusione sul web cinese.

Oltre alle conseguenze potenzialmente positive per la Cina però, non dobbiamo dimenticare che la fusione avrà sicuramente un impatto, anche se indiretto, su Youtube, dal momento che il nuovo network si propone come una sorta di fratello minore del Tubo.

Nonostante infatti il sito sia oscurato in Cina, motivo per il quale non risentirà affatto di spostamenti di traffico e di utenti, sicuramente il neonato Youku Todou non tarderà ad acquistare sempre più fedeli, specialmente se pensiamo che si rivolge ad un pubblico che è quello del Paese più popolato del mondo.

Le tendenze che contraddistingueranno il sito non potranno perciò essere trascurate da Youtube, che certamente dovrà stare al passo e stare in guardia rispetto alle dinamiche che coinvolgeranno il sito rivale.

Staremo a vedere.

Lascia un commento