tweet shop 300x289

Kellogg’s ha da poco lanciato una campagna che ha tutto il profumo di unconvetional marketing. Sfruttando infatti i canali sociali, ed uno in particolare (Twitter), ha messo a punto una strategia promozionale semplice ma efficace, dalla quale è possibile prendere spunto per mettere in pratica idee di marketing originali.

In occasione della Social Media Week, infatti, il noto brand alimentare ha aperto un negozio a Soho, celebre quartiere di Londra, in cui per la prima volta si è dato il giusto significato all’espressione “pagamento con un tweet”. Kellogg’s ha, fondamentalmente, deciso di pagare, o meglio di premiare, i tweet promossi dagli utenti, attraverso un gadget di ricompensa, costituito da una barretta di cereali della propria casa di produzione.

Siamo lieti di essere la prima azienda ad usare nel vero senso della parola una moneta social invece delle valute finanziarie per lanciare un nuovo prodotto

La strategia, permetteva agli utenti di scegliere tra tre frasi già pronte (o di crearne una nuova da zero) e di tweettarla insieme agli hashtag #tweetshop e #spons in cambio di un vero e proprio pagamento, costituito da una barretta Special K, ritirabile proprio presso il nuovo store di Londra.

La campagna da un segnale fortissimo rispetto all’importanza che rivestono i social network sia nel panorama pubblicitario che in quello sociale, dimostrando di essere una vera e propria pietra miliare per tutti coloro che si occupano di promuovere prodotti o aziende online ma anche per tutti gli utenti e i consumatori che li utilizzano e che investono su di esse. Questo è stato dichiarato anche direttamente da Sara Case, brand manager di Kellogg’s:

Il valore di un giudizio positivo sui social media non ha termini di paragone

Se, pertanto, siete decisi a sperimentare idee creative in termini di marketing o strategie rivoluzionarie, di per sé semplici ma efficaci, potete prendere spunto da questa iniziativa per crearne una vostra, a misura del vostro marchio, della vostra azienda, dei vostri prodotti ma soprattutto delle vostre esigenze.

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento