Immagine6

Già da qualche tempo Twitter ha messo a punto una serie di strumenti volti a incrementare e a migliorare il rapporto tra il social network e i brand, le imprese, i marchi. Questo passaggio è stato possibile grazie soprattutto all’introduzione delle Cards, alle quali se ne è aggiunta recentemente un’altra, il cui obiettivo è essenzialmente ed esclusivamente quello di incrementare i contatti e le informazioni sui consumatori, a disposizione delle aziende. 

Le Card, nate ormai qualche tempo fa, sono strumenti utilissimi per chi possiede un business dal momento che consentono di arricchire i singoli tweet, composti da 140 caratteri, con elementi o informazioni aggiuntive e integrative. Anteprime di link, foto o video sono solo una parte degli elementi  in grado di arricchire e di potenziare i post delle aziende, visibili dagli utenti interessati. Diverse sono, infatti, le tipologie di Card proposte da Twitter a disposizione di qualunque account voglia approfittarne, tra le quali le:

  • Summary Card e Large Image Summary Card: sono le Cards con la “C” maiuscola. Consentono di inserire titolo, immagine descrizione e informazioni sull’autore (la seconda in particolare offre una anteprima di maggiori dimensioni).
  • Gallery Card: consente di condividere col proprio pubblico intere gallerie fotografiche.
  • App Card: permette di visualizzare in anteprima all’interno del tweet una particolare app da scaricare.
  • Product Card: offre la possibilità di inserire informazioni rilevanti relative a prodotti o servizi specifici.

Recentemente a queste, e a tante altre, se n’è aggiunta una nuova, la Lead Generation che, come suggerisce il titolo, consente agli utenti di compiere un’azione precisa (call-to-action) e di lasciare eventualmente – e volontariamente- i propri dati personali, come nome ed email, in cambio all’iscrizione ad una newsletter o a un programma di fedeltà che li possa premiare con offerte o promozioni.

Il meccanismo è molto semplice e immediato, persino più diretto rispetto a quello che gli utenti potrebbero trovare all’interno di un sito commerciale, dal momento che è attivabile tramite un semplice pulsante che invia direttamente al moderatore della pagina le informazioni sull’account che ha sottoscritto l’iscrizione, a partire dai dati già presenti su Twittersenza la necessità di compilare ulteriori form (diminuendo potenzialmente le barriere d’accesso alla registrazione da parte degli utenti). Mitali Pattnaik, Product Manager di Twitter, ha così commentato l’arrivo della nuova Card:

La Lead Generation Card rende più semplice per gli utenti esprimere i loro apprezzamenti rispetto a quello che offrono i marchi. Gli utenti possono condividere facilmente e in modo sicuro il loro indirizzo e-mail con un’azienda senza lasciare Twitter o senza dover riempire ingombranti form.

La nuova Card, che come le altre viene inserita tramite l’utilizzo di un apposito codice, per il momento è stata sperimentata solo da grandi marchi statunitensi, ma è già emersa l’intenzione di Twitter di estendere ben presto tutte le sue funzionalità anche agli account delle piccole-medie imprese.

Non vedete l’ora di provarla?

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento